Pagine

martedì 10 ottobre 2017

Deliziosamente rossi.................

Cialde rosse, agata bianca naturale, copriperle, perline argento e orecchini a monachella.

giovedì 5 ottobre 2017

Ieri è venuta a trovare mia mamma un'amica che aveva un paio di orecchini che le stavano benissimo, non  ricordavo di averli fatti io qualche anno fa con un  piccolo telaietto acquistato a Fantasy&Hobby.

mercoledì 27 settembre 2017

domenica 24 settembre 2017

Incisioni su lastra d'acciaio con tecnica mista e acquaforte e bulino, pubblicate a Parigi nei periodici "Journal des Dames et Damoiselles" e Moniteur de la Mode" 1880-1896.
Bellissime incisioni con coloritura coeva raffiguranti modelli per abiti da sposa.

venerdì 22 settembre 2017


In questi ultimi anni ho riscoperto sia il lavoro ai ferri che all'uncinetto, entrambi mi fanno compagnia nelle mie giornate con la mamma, devo dire che mi danno entrambi tanta soddisfazione.
Non mi piace ripetere gli stessi lavori, mi piace cambiare, cimentarmi sempre in esperienze nuove. A mia cognata questa borsa era piaciuta molto, così arricchendola di qualche particolare in più e rendendola più pratica della precedente l'ho rifatta perché se la merita veramente.

Per il punto nocciolina girovagando in internet troverete dei tutorial che ve lo spiegheranno benissimo.
Ho foderato la borsa lasciando 5 cm in più per avere una chiusura a secchiello, inserendo un cordoncino per la chiusura.
 Ho incollato una cialda con un bottone in madreperla sopra una calamita per borsa.

martedì 19 settembre 2017

    TANTI AUGURI DI BUON COMPLEANNO MAMMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Grazie mamma per il bellissimo sorriso che ogni mattina mi regali.

Quando è buio, si vedono le stelle.
-Ralph Waldo Emerson

martedì 29 agosto 2017

Una volta nelle vecchie case liguri in cucina c'era il Ronfò, dove si cucinava e il suo tepore riscaldava l'ambiente, tutti vi si riunivano attorno per riscaldarsi chiacchierando e raccontando ai più piccoli le favole. Nella casa di mia figlia era stato ristrutturato veramente molto bene, ora che ha cambiato casa ci mancherà moltissimo.


domenica 27 agosto 2017

domenica 20 agosto 2017

Una pochette all'uncinetto modello Chanel, lavorata a punto basso in costa, semplice e velocissima da fare, ho aggiunto un fiore in bachelite con strass per riprendere i colori dell'abito di mia figlia.
Uncinetto n°7-8
Punto basso preso in costa.
Avviare 30 catenelle e fare 4 giri di punto basso per la base con l'uncinetto del°7.
Poi continuare girando tutto intorno al rettangolo per 13 cm.
Proseguire con l'uncinetto n° 8 solo di un lato  per patellina per 10 cm.
Rifinire tutto intorno alla patellina con punto bassissimo e punto gambero.

domenica 13 agosto 2017

Rifasciamo i bottoni con il cotone per fare ciò che più ci piace.
Provateci è divertente e aiuta la vostra fantasia. Io ho trovato un tutorial bellissimo di Kate Davies Designs(un blog meraviglioso) che lo insegna benissimo, subito può apparire complicato ma non lo è.
Per me che adoro i bottoni è stata una scoperta meravigliosa. Grazie Pinterest con te mi si apre un mondo di cose belle.

lunedì 7 agosto 2017

Gli anni passano ma le cose belle restano nel cuore di chi le ha amate❤️
Erano anni in cui la pubblicità era discreta e piaceva a tutti grandi e piccini, io ho giocato per ore con queste figurine ed ho imparato tantissime cose.

mercoledì 2 agosto 2017

Girovagando in internet mi sono imbattuta in questo dischetto fai da te per fare braccialetti che mi ha incuriosito parecchio, la tecnica è la stessa del Kimihino ma è più semplice e una volta imparato   il  meccanismo  con un po' di fantasia permette di fare una marea di braccialetti con la chiusura che più ci piace a nodo piatto, a  nodo macramè, a nodo scorrevole o come ho fatto io con chiusure metalliche.
Per correttezza le spiegazioni per fare il dischetto e come usarlo le troverete in "quandofuoripiove.com" che ringrazio. 

Doveva essere un braccialetto per Vittoria ma è diventato una cavigliera, così piccola ha già le idee chiare.

domenica 30 luglio 2017

Quando imparare qualcosa che ti piace diventa una sfida e adesso che ho imparato non smetterei più di farli i miei fusi "profumosi" li metterei ovunque.
Per fare i fusi la lavanda deve essere fresca, quasi appena raccolta, quella che mi hanno regalato non era più freschissima e purtroppo si spezzava.
Se volete provare anche voi andate sul blog diariodiunapensatrice.blogspot.com o su you tube , che ringrazio, vi verrà spiegato benissimo.


martedì 18 luglio 2017

Bellezza al naturale
Come vi avevo promesso eccovi alcune ricette  fai da te da portarvi in vacanza per preparare o mantenere l'abbronzatura.
Inizio con un preparato esfoliante che renderà la pelle morbida e vellutata, miscelate bene un cucchiaio di farina in un bicchiere di olio di mandorle dolci, quando fate la doccia frizionate bene il corpo, sciacquatevi e passatevi su tutto il corpo l'olio di mandorle puro. Sciacquatevi di nuovo, massaggiandovi ripetutamente per emulsionare acqua e olio. La vostra pelle brillerà.
Ricordatevi che l'olio di mandorle è un vero toccasana anche per i vostri capelli li nutre e costa meno di altri prodotti in commercio. Stendete una buona quantità di olio di mandorle dolci sull'intera lunghezza del capello e lasciate agire per una ventina di minuti. Dopo l'impacco lavate bene i capelli con il vostro shampoo di fiducia, vedrete i vostri capelli brilleranno come la vostra pelle.
L'olio di mandorle viene in nostro aiuto per tantissimi problemi, nutre, rende la pelle elastica, previene il rilassamento cutaneo e in gravidanza è indispensabile perché previene le smagliature.
Per le persone allettate l'olio di mandorle mescolato a zinco, e olio di calendula e olio extra vergine d'oliva in pari quantità previene le piaghe, questo mi sento di garantirlo personalmente, lo sto usando da 2 anni per la mamma, pur non muovendo nulla del suo corpo non ha una piaga, questa miscela è migliore di tutte le creme che ho provato.
L'olio di mandorle insieme a 10 gocce di finocchio, 6 gocce di olio di rosmarino e 6 gocce di salvia è un toccasana anche per combattere la cellulite, massaggiate le zone colpite con questa miscela.
Preparando le miscele ricordate di mescolare al massimo tre o quattro tipi di essenze, di conservare le miscele ottenute in boccette di vetro scuro, ben chiuse, evitate assolutamente la plastica, indicate con un'etichetta il contenuto della miscela e la data di preparazione.
Ho ancora molto altro da raccontarvi.
Alla prossima

sabato 15 luglio 2017

Avete mai provato a fare le lasagne al pesto al forno con il pane carasau? Io ne avevo sentito parlare    ma solo ultimamente mi ero messa in testa di cucinarle e devo dire che ne è valsa la pena, sono buonissime, talmente buone che da quando le ho provate difficilmente tornerò al vecchio metodo.
.
Il procedimento è lo stesso delle lasagne al pesto, la sola differenza è che al posto delle lasagne ci  metterete il pane carasau.

(besciamella sul fondo del tegame
tra uno strato di pane carasau
besciamella
pesto
mozzarella
parmigiano )